Putroppo la polio esiste ancora, a differenza del vaiolo non è stata ancora eradicata.
Siamo sulla buona strada e ogni anno i contagi da polio epidemica sono sempre meno, eppure, alcuni episodi di boicottaggio delle vaccinazioni hanno probabilmente allungato i tempi di decenni, boicottaggi da parte di fondamentalisti islamici.

Questo articolo fa parte di una serie che tratta i rapporti tra vaccinazioni e religioni.

Boicottaggio in Nigeria

Grazie alla Global Polio Eradication Iniziative, fondata nel 1988, l’OMS era fiduciosa di riuscire ad eradicare la polio dall’Africa entro il 2000. [1]
Nelson Mandela lanciò e promosse la campagna “Kick Polio out of Africa”, con l’obbiettivo di riuscire a vaccinare 50 milioni di bambini nel solo 1996.
Il punto più critico dell’intera campagna africana era la Nigeria, ai tempi contava infatti l’80% dei casi di polio in Africa e il 40% dei casi mondiali nell’ottobre 2003.
La Nigeria infatti aveva da poco reintrodotto la Shari’a in 12 dei 19 stati settentrionali [2] e nel 2003 i capi politici e religiosi degli stati di Kano, Zamfara e Kaduna bloccarono le vaccinazioni esortando i genitori a non vaccinare i figli.

Secondo loro i vaccini antipolio sarebbero stati contaminati da composti anti-fertilità, HIV e sostanze cancerogene.
Il governatore del Kano affermò che “dall’11 settembre, il mondo musulmano comincia a diffidare di qualsiasi mossa da parte del mondo occidentale… La nostra gente è diventata davvero preoccupata per il vaccino antipolio”.
Il medico Datti Ahmed, capo del Consiglio Supremo della Shari’a in Nigeria, andò oltre e attaccò direttamente l’occidente, affermando che i vaccini fossero “corrotti e contaminati dai malfattori americani e dai loro alleati occidentali” e che “Crediamo che i moderni Hitler avessero deliberatamente adulterato i vaccini antipolio orali con farmaci anti-fertilità e… virus noti per causare l’HIV e l’AIDS” (notare come l’HIV fosse un virus e l’AIDS la malattia).

I recenti accadimenti come la seconda guerra del golfo e l’invasione dell’Afghanistan sono visti agli occhi di alcuni fondamentalisti islamici come una guerra esistenziale dei musulmani contro l’Occidente e sono un tema molto in uso nella loro propaganda.

È importante contestualizzare il tutto: la Nigeria fu parecchio divisa anche nell’uso generico di servizi sanitari, dal 1990 al 2003 nel sud del paese aumentò l’adozione di questi servizi da parte della popolazione, passando da un 50% al 64%.
Nello stesso periodo, nel nord del paese, il tasso di adozione crollò da un già basso 18% a solo l’8%.

Tra le cose degne di nota ci fu la modalità con cui le vaccinazioni venivano effettuate, infatti gli operatori si recavano porta a porta e per i nigeriani, abituati ad un costo proibitivo di molte medicine, poteva essere visto con sospetto.
Questo sicuramente favorì le accuse dei capi religiosi.
Un’altra cosa che potè favorire la propaganda antioccidentale fu un trial nel 1996 per un nuovo farmaco antimeningococco da parte di Pfizer dove ci sarebbero state delle violazioni deontologiche.

Risoluzione e conta dei danni

Per fermare i boicottaggi, il governo federale nigeriano istituì un comitato tecnico per analizzare i vaccini e assicurarne la sicurezza il 29 ottobre.
Questo comitato fu bocciato dal consiglio della Shari’a perché a loro dire il comitato non sarebbe sufficientemente rappresentativo nei confronti dei musulmani, ne venne formato un secondo che comprendeva anche membri del gruppo musulmano “Jama’atu Nasril Islam” e fu bocciato anch’esso perchè il consiglio voleva includerci dei propri membri.
Nel frattempo si registrò un aumento del 30% dei casi di polio per mancanza di vaccinazioni, mentre i capi religiosi continuavano a giustificare le proprie credenze sulla presunta pericolosità dei vaccini.
La situazione venne risolta nel luglio del 2004 attraverso il dialogo con altri capi musulmani di altri paesi, l’OMS e l’UNICEF, la nigeria avrebbe ricevuto dei vaccini da una ditta farmaceutica indonesiana, un paese di maggioranza musulmana.

Gli 11 mesi di boicottaggio non furono prive di conseguenze, quasi subito iniziarono ad aumentare i casi di polio e nel 2005 i pellegrini e i migranti diffusero un ceppo di polio in molte altre nazioni africane, alcune di queste dichiarate “polio free”, paralizzando più di 1500 bambini.
Nel 2006 il 51% dei casi mondiali di polio era concentrato in 4 stati a nord della Nigeria.
L’Africa è stata dichiarata libera dalla polio nell’agosto del 2020, [3] se non ci fosse stato il boicottaggio del 2003 ci avremmo messo sicuramente meno.

Pakistan

Anche il Pakistan è una nazione in cui è presente una moderata esitanza vaccinale motivata dalla religione, nel caso di Quetta Block tra le persone che rifiutano i vaccini, chi lo fa per motivi religiosi in base alla zona varia dall’8,7% ad un massimo del 39%. [4]
È la seconda causa di esitanza vaccinale dopo la generica disinformazione, che tuttavia è causata in parte anche dalle falsità che sono state raccontate dai capi musulmani nigeriani e dai talebani e del presunto piano di sterilizzazione di massa dei musulmani da parte dell’Occidente.
Questi ultimi misero in giro la voce che i vaccini contenessero tracce di alcol e grasso di maiale, facendo leva sulle leggi coraniche per convincere la popolazione a non vaccinarsi, e ci furono persino casi di uccisione di membri del personale vaccinatore tramite armi da fuoco, in un caso ci furono 8 morti. [5]
La recente pandemia da Covid 19 ha tuttavia rassicurato la popolazione sulla sicurezza sui vaccini e il paese ne ha approfittato per combattere la disinformazione anche sulle vaccinazioni infantili.
Grazie alla ritrovata fiducia nelle vaccinazioni i casi di polio vennero abbattuti, passando dal picco del 2019 di 147 casi a solo 6 nel 2023. [6]

Afghanistan

L’Afghanistan assieme al Pakistan rimangono l’ultima roccaforte della polio, nel 2018, nelle aree controllate dai Talebani, vennero proibite le vaccinazioni porta a porta e successivamente si vedranno diversi attacchi con armi da fuoco sugli operatori sanitari che somministravano le vaccinazioni, con alcuni morti. [7]
Dato il rischio che correvano gli operatori sanitari vennero sospese le vaccinazioni a giugno 2021 in molte aree del paese e finalmente solo a novembre 2021, grazie a degli accordi presi il mese prima, iniziò una campagna vaccinale volta anche a immunizzare i bambini che negli anni precedenti non si sono potuti vaccinare. [8]
Essendo un paese estremamente povero e con pessime relazioni internazionali, è difficile avere dei dati precisi sul numero di casi di polio, ma si contano comunque una manciata di casi.[9]

Verso l’eradicazione

Grazie ai vaccini anti polio ormai le file di bambini nei polmoni d’acciaio sono solo un brutto ricordo e abbiamo fatto estinguere 2 dei 3 ceppi del virus ma è importante ricordare l’importanza di una corretta immunità di gregge.
Nel settembre 2022 ad esempio si registrarono dei casi a New York, dove si registra anche un paralizzato. [10]
Siamo sulla buona strada per eradicare la polio ma i recenti boicottaggi da parte di estremisti musulmani hanno sicuramente allungato i tempi, nel 2022 si stimò che potessimo eradicare la polio prima del 2027. [11] E sarà un progresso a cui arriveremo nonostante la religione.

FONTI:

[1] What Led to the Nigerian Boycott of the Polio Vaccination Campaign? – Ayodele Samuel Jegede, 2007: https://journals.plos.org/plosmedicine/article?id=10.1371/journal.pmed.0040073

[2] Libertà di religione in Nigeria: https://mondointernazionale.org/post/la-libert%C3%A0-di-religione-in-nigeria

[3] Africa – Global Polio Eradication Iniziative: https://polioeradication.org/countries/africa/

[4] Understanding the reasons for refusal of polio vaccine by families in Quetta Block, Pakistan – OMS, 2022: https://www.emro.who.int/emhj-volume-28-2022/volume-28-issue-7/understanding-the-reasons-for-refusal-of-polio-vaccine-by-families-in-quetta-block-pakistan.html

[5] Explainer: Why Polio Remains Endemic In Afghanistan, Pakistan, And Nigeria: https://www.rferl.org/a/explainer-why-polio-remains-endemic-afghanistan-pakistan-nigeria/24804097.html

[6] Polio Cases District Wise – Pakistan Polio Eradication Programme: https://www.endpolio.com.pk/polioin-pakistan/district-wise-polio-cases

[7] Gunmen kill four polio workers, wound three in Afghanistan’s east: https://www.aljazeera.com/news/2021/6/15/gunmen-kill-polio-workers-afghanistan?traffic_source=KeepReading

[8] Afghanistan: Taliban agrees to door-to-door polio vaccine drive: https://www.aljazeera.com/news/2021/10/19/afghanistan-taliban-door-to-door-polio-vaccination-drive?traffic_source=KeepReading

[9] Progress Toward Poliomyelitis Eradication — Afghanistan, January 2022–June 2023 – CDC: https://www.cdc.gov/mmwr/volumes/72/wr/mm7238a1.htm

[10] How polio came back to New York for the first time in decades, silently spread and left a patient paralyzed: https://www.cnbc.com/2022/10/04/how-polio-silently-spread-in-new-york-and-left-a-person-paralyzed.html

[11] Polio Eradication Strategy 2022-2026 – Global Polio Eradication Iniziative: https://polioeradication.org/wp-content/uploads/2022/06/Polio-Eradication-Strategy-2022-2026-Delivering-on-a-Promise.pdf

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *